Procedura esecuzione delle aste immobiliari!

Procedura esecuzione delle aste immobiliari!

In questo articolo vogliamo fare chiarezza su quelle che sono le procedure che precedono la vendita con o senza incanto sono disciplinate dalle leggi 263/2005; 52/2006 e 24/2010 e dagli articoli 474-632 del Codice di procedura civile; a tali aste come sappiamo possono partecipare tutti eccetto il debitore come già precisato in un articolo precedente .

Qui di seguito un “decalogo”, con i punti  salienti di tutto l’iter procedurale:

1 – Ordinanza, planimetria e foto su internet
L’asta immobiliare deve essere pubblicizzata su giornali, affissioni e web. L’avviso di vendita, la copia dell’ordinanza e della relazione di stima con allegate planimetrie e foto, devono essere pubblicati su internet almeno 45 giorni prima della data dell’asta o del termine per la presentazione delle offerte.

2 – La custodia e il ruolo dell’istituto di vigilanza
È possibile visitare gli immobili all’asta. Occorre contattare il custode nominato dal Tribunale, indicato nell’avviso d’asta; è suo compito fornire la documentazione relativa all’immobile.

3 – Si parte con la formula «senza incanto»
La legge stabilisce che di norma debba essere adottata la modalità d’asta senza incanto.
I partecipanti presentano alla cancelleria del Tribunale o presso lo studio del professionista delegato, un’offerta cartacea in busta chiusa che contiene il prezzo segreto ipotizzato per l’immobile, il modo e i tempi di pagamento.

4 – All’incanto se la prima asta va deserta
Se l’asta senza incanto va deserta, viene indetta l’asta con incanto (con possibilità di rilancio). I partecipanti presentano alla cancelleria del Tribunale o al professionista delegato domanda cartacea in busta chiusa. Se anche l’asta con incanto andrà deserta verrà indetta una nuova asta senza incanto con il prezzo base ridotto di un quarto

5 – Cauzione pari al 10% dell’offerta o della basee d’asta
Per la partecipazione ad entrambe le tipologie di asta è necessario depositare una cauzione di importo pari al 10% del prezzo offerto . Le modalità di deposito della cauzione sono indicate chiaramente nell’avviso d’asta e generalmente prevedono un assegno circolare intestato alla procedura o un bonifico bancario.

6 – L’assegnazione non è sempre automatica
Nel giorno previsto nell’avviso tutte le offerte o le domande di partecipazione verranno aperte dal giudice o delegati: in caso di asta senza incanto, se l’unica offerta è aumentata di un quinto rispetto alla base ci sarà aggiudicazione, in caso contrario si deciderà sentiti i creditori se passare all’incanto; se ci sono più offerte valide, potrà essere indetta una gara all’incanto, con a base il valore dell’offerta più alta.

7- Rilanci in sessioni di soli tre minuti
In caso di asta con incanto, verificata la presenza dei partecipanti (l’assenza ingiustificata comporta il rischio di una sanzione pari al 10% della cauzione versata) il banditore avvierà le varie sessioni temporali di tre minuti in cui saranno possibili i rilanci.

8- L’aggiudicazione può essere provvisoria
Nelle aste senza incanto l’aggiudicazione è definitiva se il “vincitore” provvede a saldare il prezzo e fornire i documenti previsti. In caso d’incanto, entro 10 giorni dalla data d’aggiudicazione provvisoria è possibile per chiunque depositare un’offerta aumentata di 1/5 rispetto al prezzo di aggiudicazione. In caso contrario, dovrà essere indetta una nuova sessione di incanto aperta a tutti

9- L’atto del giudice «sana» i vizi del bene
Il decreto di trasferimento del giudice ha lo stesso valore del rogito e cancella ipoteche e pignoramenti. Per gli oneri di aggiudicazione, trascrizione e voltura invece  è bene ricordare che sono a carico dei creditori pignoranti. Gli oneri fiscali sono calcolati sul prezzo di aggiudicazione.

10 – Banche convenzionate per facilitare i mutui
È possibile finanziarsi con un normale mutuo, ma conviene  informarsi con la banca prima dell’offerta.  Molti istituti hanno concluso convenzioni con i Tribunali, per limitare i costi legati all’erogazione dei servizi. Nel caso di mancata aggiudicazione, è generalmente previsto che venga automaticamente annullata l’operazione finanziaria.

 

2018-02-02T12:00:53+02:0016 Dicembre 2015|consigli utili, normative, saldo e stralcio|

Leave A Comment