Multe e notifiche degli atti giudiziari da settembre possono essere fatte anche dai privati

Multe e notifiche degli atti giudiziari da settembre possono essere fatte anche dai privati

Il Ddl concorrenza ha eliminato dal 10 settembre l’esclusiva di Poste Italiane sulle notifiche degli atti giudiziari e delle violazioni al codice della strada

Dal 10 settembre 2017 è in corso una grande novità in ambito di notificazione di atti giudiziari, nonché di multe relative a violazione del codice della strada. Una importante innovazione prevista dal decreto concorrenza, approvato ad agosto in Parlamento, che ha portato all’eliminazione del monopolio di Poste Italiane sulla notificazione di tali atti. Il testo di legge contiene i requisiti e gli obblighi necessari per il rilascio delle licenze individuali relative ai servizi di notificazione di tali atti.
La conseguenza principale di questa novità sta nel fatto che perdono di efficacia tutte le sentenze che hanno stabilito la nullità della consegna per mezzo di soggetti privati. Ora la legge supera la tradizionale distinzione e consente espressamente che multe e atti giudiziari siano consegnati da soggetti privati.

Grande esclusa dalla norma è la cartella esattoriale che non viene espressamente citata; a rigore, quindi, per le richieste di pagamento di Agenzia Entrate Riscossione dovremo continuare ad attenderci il postino.
Il testo di legge inoltre contiene i requisiti e gli obblighi necessari per il rilascio delle licenze individuali relative ai servizi di notificazione di tali atti.
La notizia ha ricevuto l’approvazione da parte del Cna che ha espresso soddisfazione per l’eliminazione di dell’esclusiva a Poste Italiane. Ciò permetterà agli operatori privati di concorrere alle gare e offrire i servizi migliori in un settore che necessita di miglioramenti, aumentando la competitività.

Marcello Santopaolo

2018-02-02T12:00:42+01:0028 Settembre 2017|consigli utili, News, normative|

Leave A Comment