Sergio Bramini una storia emblematica da ricordare.

Sergio Bramini una storia emblematica da ricordare.

Sergio Bramini: da sedotto ad abbandonato è stato un attimo, una storia emblematica da ricordare.

Ricordate Il caso di Sergio Bramini, l’imprenditore fallito per eccesso di credito di Stato?? Ricordate la sua casa all’asta diventata un luogo di pellegrinaggio ?? Ricordate l’esplosione della retorica anti-banche, anti-stato e le sentenze sommarie?? Ricordate lo sciacallaggio dei politici ai quei tempi in campagna elettorale?? Ricordate le markette di avvocati e bancari pentiti proclamatisi difensori dei vessati dalle banche e dallo stato??

La narrazione del caso aveva assunto una rilevanza enorme che il povero Sergio Bramini te lo ritrovavi in ogni dove, sui social, giornali, TV, con il suo dirompente carico di retorica, un carico tale, da rappresentare un turbamento allo svolgimento della funzione giudiziaria, tanto che il Consiglio Superiore della Magistratura, vota una “pratica a tutela” del magistrato incaricato, il giudice Romito di Monza, che per questo caso, era stato “aggredito, denigrato, offeso, diffamato”, stretto in una tenaglia politico-mediatica alimentata da una campagna costruita su fake news.

Ebbene, dopo un anno di istruttoria del CSM viene fuori un racconto completamente diverso e si scopre che:

– Bramini si era dato un stipendio di 570.000 euro l’anno;

– la gran parte dei suoi debiti erano dovuti all’erario, ai fornitori e non alle banche;

– I debiti bancari erano personali e antecedenti alla costituzione della società poi fallita;

– La maggior parte dei crediti vantati con la P.A. erano in contestazione, insussistenti e comunque nettamente inferiori al soddisfacimento dei debiti;

Insomma la realtà imprenditoriale di Sergio Bramini era praticamente l’esatto contrario di quanto sostenuto nella sua narrazione.

Una realtà deformata ad arte ad uso e consumo dei politici dell’ anti-politica, di avvocati e consulenti senza scrupoli che ne avevano fatto un personaggio, la vittima di un sistema perverso, più che un imprenditore era diventato un icona da esibire all’occasione. Dopo un contratto di consulenza al MiSE è stato abbandonato, scaricato, evitato come la peste e destinato all’oblio, mentre consulenti avvocati e politici sono ancora la.

La giustizia per via mediatica non sempre paga a volte può rilevarsi un boomerang ed è molto peggio.

2019-10-15T17:49:02+01:0015 Ottobre 2019|News|

Leave A Comment